Salta al contenuto

✅ Ottica generale

Diresti che il tuo viso è piuttosto stretto, medio o largo? Questa domanda è la base e il punto di partenza per il passaggio successivo, perché dipende dalle dimensioni degli occhiali scelti. Se hai già un paio di occhiali, puoi utilizzare le misure della tua vecchia cornice per determinare le dimensioni e la larghezza corrette. Basta misurare la distanza da un'estremità all'altra nella parte anteriore per conoscerne la larghezza.

Un consiglio: abbiamo sviluppato un'opzione di ricerca che ti aiuterà a trovare altri frame con la stessa larghezza o simili ai tuoi. Troverai questa opzione di ricerca direttamente sotto il filtro "Face Type" sulla home page dei nostri occhiali da sole o da vista. Inoltre, nella nostra guida alla giusta misura di occhiali, spieghiamo esattamente come farlo.

Scegli la larghezza giusta

Di seguito troverai maggiori dettagli e consigli sulla dimensione degli occhiali.

1. Assemblaggio

Le dimensioni si riferiscono principalmente alla larghezza della sella. Se è troppo grande o troppo stretto, gli occhiali possono essere facilmente rimossi o anche lividi. Per trovare una cornice che si adatta perfettamente a te, orientati attraverso la larghezza del viso, ovviamente senza i capelli. Per motivi di stile, questa regola non fa eccezione: gli occhiali a farfalla o Cat Eye sono sempre un po 'più ampi, mentre le montature in metallo devono essere un po' più strette.

2. Bridge

La larghezza del ponte è la distanza più breve tra i due vetri sotto il ponte di supporto e viene misurata da uno dei bordi interni della fessura all'altro. Ti chiedi perché questo piccolo pezzo è così importante. Affinché gli occhiali si adattino perfettamente senza muoversi, la sporgenza del telaio deve essere compatibile con la larghezza del naso. Se la montatura non poggia correttamente sul naso, può non solo causare disagio o mal di testa, ma anche compromettere la capacità visiva, poiché una montatura mal posizionata può anche distorcere il centro ottico delle lenti.

3. Larghezza e altezza delle finestre

Parliamo del tuo campo visivo. Con un bicchiere troppo piccolo, sarà limitato e con un bicchiere di dimensioni generose, gli occhi cattureranno anche ciò che sta accadendo nelle aree laterali. Tuttavia, gli occhiali non dovrebbero essere più larghi del viso stesso e le sopracciglia dovrebbero essere visibili. Gli occhiali da sole possono saltare questa regola, poiché spesso coprono anche le sopracciglia per fornire una protezione ottimale dal sole. I cristalli sono misurati nei punti più larghi e più alti, il punto più nitido è al centro dei cristalli.

4. Canne

La lunghezza delle aste determinerà il comfort degli occhiali. Le aste devono essere regolate correttamente: se sono troppo lunghe, gli occhiali saranno instabili e se sono troppo corti, il telaio sarà troppo rigido, causando lividi e fastidiosi mal di testa. Le aste possono essere regolate otticamente.

Un consiglio: puoi ordinare fino a 4 frame per provarli gratuitamente a casa senza impegno per 10 giorni1. In questo modo, puoi assicurarti che il modello scelto soddisfi le tue aspettative e tutto questo comodamente da casa tua. Ulteriori informazioni: prova gratuita di 10 giorni a casa.

Consigli in base al tipo di occhiali e al loro utilizzo

Naturalmente, la scelta della montatura dipenderà anche dall'uso che vuoi fare dei tuoi nuovi occhiali.

Quanti diottri hai?

Esiste una regola di base per le persone miopi e lungimiranti: più diottrie hai, più spessi saranno i tuoi cristalli graduati. Pertanto, se hai una laurea molto alta, sarebbe meglio optare per una cornice spessa che nasconde i bordi dei cristalli. Se non si dispone di molti diottri, è possibile optare per supporti eccellenti.

Occhiali da ufficio, sportivi o progressivi ...?

Nonostante una workstation ergonomica, potresti avere difficoltà a vedere chiaramente la tastiera, concentrarti sui tuoi documenti o semplicemente trovare una posizione comoda davanti al tuo computer, per esempio. Tutto ciò potrebbe indicare che potresti aver bisogno di occhiali da ufficio ottimizzati, chiamati occhiali professionali. Le lenti progressive sono sicuramente una grande invenzione, ma per lavorare davanti allo schermo di un computer, ci sono soluzioni migliori.

Negli sport, è essenziale che gli occhiali si adattino perfettamente al viso e non si spostino da un lato all'altro. Lo sport può anche essere una sfida per i tuoi occhiali, quindi dovresti essere in grado di sentirti a tuo agio e al sicuro con loro. Una buona prescrizione o anche occhiali sportivi progressivi ti aiuteranno a dare il meglio di te.
Vedi gli occhiali sportivi

Hai bisogno di lenti progressive nella tua vita quotidiana? Se hai bisogno di occhiali progressivi, opta per montature in grado di accogliere occhiali di una certa altezza.

Se hai già trovato la montatura perfetta per te e conosci la tua prescrizione, puoi ordinare i tuoi nuovi occhiali. Se non sei sicuro della tua prescrizione o se gli occhiali non si adattano perfettamente al tuo viso, ti consigliamo di consultare un ottico per fare una visita oculistica e di mettere a fuoco e / o regolare individualmente il occhiali. Nel seguente articolo, ti diamo maggiori informazioni sui test di visione e sul centraggio dei cristalli.

La nostra capacità visiva varia quasi sempre gradualmente e gradualmente, quindi è difficile dire quando sta peggiorando. Per questo motivo, si consiglia di far esaminare gli occhi ogni anno o ogni due anni. Nel caso di bambini e anziani, anche più spesso. Si parla molto di un esame oculistico annuale.

Abbiamo riassunto di seguito i punti più importanti relativi a questo argomento.

Quanto spesso si consiglia di fare un esame oculistico Perché un esame periodico è così importante per l'oculista o l'ottico?

A quali intervalli si consiglia di fare una visita oculistica?

Il peggioramento improvviso della vista e qualsiasi tipo di patologia oculare sono cause di visita all'oculista o all'ottico. Anche se non si presenta nessuno di questi sintomi, si consiglia un esame oculistico annuale o semestrale. Poiché la nostra capacità visiva di solito si deteriora gradualmente senza che ne siamo consapevoli, sintomi come mal di testa, affaticamento e occhi irritati possono indicare che si sta verificando un cambiamento. Pertanto, è sempre meglio fissare un appuntamento per una visita oculistica. Nel caso di bambini e anziani, è necessario tenere presente quanto segue:

Screening della vista nei bambini

Non esitare a portare i tuoi figli dall'oculista quando sono molto piccoli. I bambini non conoscono la differenza tra visione corretta e visione alterata e quindi non hanno motivo di esprimere a se stessi di avere difficoltà. Di norma, si può dire che i bambini dovrebbero sottoporsi a un esame oftalmologico prima del terzo anno di vita, al fine di evitare danni alla vista. Con un'eccezione: se c'è una storia familiare di gravi problemi di vista, porta tuo figlio dall'oculista all'età di sei-dodici mesi. Inoltre, potresti voler fare un altro esame oculistico prima di iniziare la scuola.

Un consiglio: fai attenzione ai primi sintomi che possono indicare problemi visivi. Se il bambino si lamenta spesso di mal di testa, ha difficoltà a scrivere correttamente, ha problemi di concentrazione o esprime il desiderio di sedersi sempre di fronte a tutti in classe, vicino alla lavagna, ciò può indicare che ha una disabilità visiva.

I bambini che indossano già gli occhiali dovrebbero essere sottoposti a screening ogni anno poiché la loro prescrizione può cambiare rapidamente durante la crescita.

Visita oculistica negli adulti

Negli anziani, la laurea può peggiorare rapidamente. Si consiglia pertanto una revisione annuale. Inoltre, in età avanzata, aumenta la probabilità di sviluppare malattie come la cataratta o il glaucoma.

Perché è importante fare una revisione periodica?

Al giorno d'oggi, la probabilità di soffrire di un difetto visivo è molto alta, perché offriamo poco riposo ai nostri occhi: televisione, videogiochi, telefoni cellulari, lavoro davanti al computer, studi scolastici o universitari…. Tutto ciò rappresenta uno sforzo considerevole per i nostri occhi. Lo stress, la mancanza di sonno e vari agenti ambientali possono anche influenzarli negativamente, causando prurito e compromettendo temporaneamente la nostra capacità visiva.

Il deterioramento dell'abilità visiva di solito non appare durante la notte. Soprattutto nel caso della miopia e quando vi è una notevole differenza nella graduazione dei due occhi, è possibile che l'occhio "buono" compensi in una certa misura il difetto dell'altro occhio per un certo tempo. Ma ciò non significa che non vi sia più alcun default in quanto tale. L'unico modo per sapere se abbiamo una disabilità visiva o meno è di avere un test di acuità visiva.

Vai dall'oculista o dall'ottico?

Un oculista e un ottico / optometrista possono fare una visita oculistica. Sta a te decidere chi contattare per misurare le tue capacità visive. Eppure ognuno ha i suoi punti di forza. Ecco alcuni consigli per aiutarti a prendere la decisione migliore in base alle tue esigenze.

Oculista / oculista

Se avverti un disagio acuto o qualsiasi altro disagio speciale, come dolore, sensazione di corpi estranei negli occhi, prurito, prurito o arrossamento, dovresti sempre consultare un oculista o un oculista. È anche possibile che i tuoi occhi possano essere irritati o malati senza che tu noti alcun sintomo. Se vuoi non solo misurare la tua capacità visiva, ma anche assicurarti che la salute degli occhi sia intatta, è meglio consultare il tuo oculista. Normalmente, un test di acuità visiva eseguito da un oculista o un oculista è un servizio coperto dalla sicurezza sociale, perché sono medici specializzati in oftalmologia. I tempi di attesa relativamente lunghi per un appuntamento possono essere uno svantaggio.

Ottico / optometrista

Se sospetti che la tua prescrizione sia cambiata, ma non riscontri alcun sintomo o fastidio agli occhi, puoi consultare un ottico. Generalmente, nell'ufficio di un ottico, verrai immediatamente curato senza dover fissare un appuntamento con troppo anticipo. Inoltre, a seconda dei risultati del test dell'acuità visiva, non è necessario andare in un altro negozio per scegliere nuovi occhiali. Gli esami oculistici in un negozio di ottica non sono coperti dalla sicurezza sociale e non sono sempre gratuiti, anche se il prezzo è generalmente scontato sull'importo finale degli occhiali se gli acquisti vengono effettuati nel stesso stabilimento.

Attenzione In entrambi i casi, assicurati di informare il tuo oculista se hai una condizione cronica o stai assumendo farmaci regolarmente, poiché ciò potrebbe influenzare la tua capacità visiva e, quindi, il risultato dal tuo esame oculistico. Inoltre, non ha senso sottoporsi al test di acutezza visiva dopo aver usato droghe o alcool.

Un esame oculistico è un prerequisito essenziale per l'acquisto di nuovi occhiali che correggano perfettamente la tua vista. Dopo aver preso tutte le misure necessarie, saprai di quale laurea hai bisogno per essere in grado di vedere chiaramente. Ma anche se non stai ancora indossando gli occhiali, potrebbe essere una buona idea fare una visita oculistica. Mal di testa, occhi irritati o stanchezza sono solo alcuni dei segni che potrebbero indurre a indossare occhiali o lenti a contatto.

Ne vale la pena un esame oculistico, che tu abbia indossato gli occhiali per un po 'di tempo o che non abbia mai avuto problemi di vista. Poiché la capacità visiva cambia a poco a poco, più volte senza accorgersene, si consiglia a tutti coloro che indossano gli occhiali di effettuare un controllo di routine ogni anno o ogni due anni.

Ma le persone che non indossano gli occhiali, ma che spesso soffrono di mal di testa, irritazione agli occhi o affaticamento, possono anche beneficiare di una visita a un oculista per un esame della vista. Una scarsa visione non rilevata può essere la causa di questi sintomi. La necessità di forzare gli occhi a vedere chiaramente, la difficoltà nel riconoscere oggetti, persone e soprattutto problemi di lettura sono più che evidenti segni che è tempo di consultare un oculista o un optometrista.

Visita oculistica, spiegata passo dopo passo Centrare le lenti e regolare la montatura Nell'ufficio dell'oculista o dell'ottico, con quale frequenza controllare l'occhio?

Esame oculistico spiegato passo dopo passo

Il primo passo per determinare il tuo diploma ti porterà alla cosiddetta sala di rifrazione. Qui, un ottico-optometrista qualificato esaminerà i tuoi occhi utilizzando vari dispositivi e tecnologie avanzati. In questo modo saprai se è una buona idea iniziare a indossare gli occhiali o cambiare gli occhiali esistenti. La tua laurea verrà misurata passo dopo passo.

Pre-misura

Se non hai i valori dei tuoi vecchi occhiali o l'ultima prescrizione, l'ottico o l'ottico eseguirà una misurazione preliminare con un autorefrattometro, un dispositivo in grado di misurare la potenza ottica dei tuoi occhi mediante infrarossi. Dovrai prima guardare attraverso il dispositivo con un occhio, poi con l'altro. Il risultato ti dà una stima delle tue capacità visive. Possiamo anche effettuare una pre-misurazione per avere un primo indizio su un possibile cambiamento nella tua laurea.

Misurazione dell'acuità visiva

La misurazione effettiva dell'acuità visiva viene effettuata con un forottero o occhiali di prova convenzionali. L'ottico può quindi determinare la tua acutezza visiva. Scoprirai fino a che punto i tuoi occhi sono in grado di percepire i contrasti e i contorni del tuo ambiente. L'acuità visiva varia con l'età, la risoluzione ottica degli occhi e l'integrità della retina, tra gli altri fattori.

Per verificare l'acuità visiva dei tuoi occhi, l'ottico posizionerà diverse lenti negli occhiali di prova o nel forottero. Con questi, dovresti concentrare le tabelle familiari con lettere o numeri di dimensioni diverse, mentre rispondi al professionista se le vedi più o meno chiaramente e rispondi a domande diverse (ad esempio, se riconosci tutti i numeri nell'ultima riga), che determinerà la tua acuità visiva. Ecco perché parliamo spesso di un test di rifrazione soggettivo.

Nota ottica: nei giovani, l'acuità visiva viene semplicemente misurata a distanza. Tuttavia, a causa di presbiopia o affaticamento degli occhi, a partire dai 40 anni, dovrebbe essere preso in considerazione anche il valore vicino. Per fare questo, devi indossare un paio di occhiali da test e tenere un testo tra le mani per leggerlo ad alta voce.

Preparati per la visita oculistica

    • Vieni a controllare i tuoi occhi quando sei riposato e rilassato.
    • Avresti dovuto mangiare e bere abbastanza.
    • Dedica del tempo ai test, non farlo troppo in fretta.
    • Se indossi lenti a contatto:
    • Non indossare le lenti a contatto per 24 ore prima della visita oculistica.
    • Se indossi sempre lenti a contatto: fai esaminare immediatamente gli occhi dopo averli rimossi.
    • Si consiglia di fissare un appuntamento per una visita oculistica.

Centratura della finestra e regolazione del telaio

Dopo aver scelto una cornice, è importante centrare le lenti per il miglior risultato. Per incorporare i cristalli con precisione millimetrica, è necessario trovare due punti: la distanza pupillare e l'altezza della pupilla. Centrare i cristalli è necessario per prevenire disagi come mal di testa, affaticamento visivo e disagio. Inoltre, questo metodo consente anche di ottenere la migliore correzione possibile degli occhiali.

Prima di tutto, gli occhiali sono regolati individualmente, ovvero la cornice si adatta alla forma del tuo viso e all'anatomia della tua testa, in modo che gli occhiali siano posizionati correttamente davanti ai tuoi occhi . Le aste e possibilmente anche i naselli saranno realizzati su misura per te. Inoltre, verrà misurata l'altezza della pupilla: la distanza verticale tra il centro di ciascuna pupilla e il bordo inferiore del bicchiere.

Per ottenere un centraggio preciso delle lenti, l'ottico eseguirà una serie di misurazioni aggiuntive. Sarà una questione di trovare il mezzo felice: un aspetto importante anche quando si tratta di acquistare nuovi occhiali. Al fine di garantire una rifrazione della luce ottimale e quindi la migliore correzione possibile, è necessario determinare il centro ottico dei cristalli. È il punto esatto sul cristallo in cui i raggi di luce attraversano la sua faccia frontale senza subire alcuna deviazione. Nelle lenti concave, coincide con il punto più sottile del cristallo, e nelle lenti convesse, con il più spesso.

L'ottico troverà quindi la distanza tra il centro di ciascuna pupilla e il ponte nasale, chiamato anche distanza pupillare (PD).

Utilizzerai un righello speciale, un pupilometro o un sistema di centraggio video per trovare la distanza tra il centro di ogni pupilla e il centro del ponte nasale per ciascun occhio separatamente, poiché poche facce sono perfettamente simmetriche. Infine, tutti i parametri trovati saranno annotati nella tua scheda o ricetta.

Consigli dei nostri ottici: se i tuoi occhiali da vista non ti stanno ancora bene quando li ricevi, puoi tornare dall'ottico per adattarli al tuo telaio.

Ora hai tutti i parametri necessari. Nel passaggio successivo, dovrai scegliere i tuoi cristalli graduati. Continua a leggere per scoprire quali opzioni sono disponibili per te.

Dall'oculista o dall'ottico?

Molti si chiederanno se è meglio per un oculista o un ottico-optometrista eseguire la visita oculistica. Innanzitutto, puoi andare da un oculista o un ottico per una visita oculistica. Tuttavia, ogni opzione ha diversi vantaggi.

Vantaggio per l'oculista o l'oculista: questo oculista esaminerà anche i tuoi occhi al fine di rilevare possibili malattie e, se necessario, stabilire la diagnosi corrispondente. Se necessario, può intervenire direttamente.

Il vantaggio dell'ottico o dell'optometrista: devi solo fare un viaggio, perché di solito puoi passare un esame oculistico spontaneo senza appuntamento e quindi acquistare i tuoi nuovi occhiali nello stesso stabilimento. Pertanto, la scelta di questa opzione può farti risparmiare tempo e fatica.

Attenzione: non esaminare gli occhi se non si è in buona salute, vale a dire se non si soffre di una malattia acuta e se non si assumono farmaci, poiché ciò potrebbe modificare i risultati. .

Se non è possibile interrompere l'assunzione del farmaco a causa di una malattia cronica, informi l'ottico o l'oculista in modo che possa valutare le possibili differenze nei risultati. La capacità visiva può anche cambiare durante la gravidanza, quindi è consigliabile fissare un appuntamento per un esame visivo dopo la gravidanza e lo svezzamento del bambino.

Innanzitutto, vorremmo sottolineare che oggi solo il 10% dei cristalli graduati utilizzati nell'ottica è costituito dal vetro stesso, vale a dire dal minerale (silicato). 90 I vetri graduati % sono realizzati in plastica (solitamente CR 39 o policarbonato). Questi cosiddetti cristalli organici hanno il vantaggio di essere più leggeri, ma anche più durevoli e più resistenti agli urti e alla luce solare.

Per facilitare la tua scelta, ti diciamo quali sono i principali tipi di cristalli, quali spessori esistono e quali diversi trattamenti possono essere applicati a loro.

Quali cristalli sono i migliori per me? quale indice di riduzione è adatto alla mia prescrizione? quali sono i trattamenti più adatti per i miei cristalli? Cristalli organici vs cristalli minerali

Quali cristalli sono i migliori per me?

Fondamentalmente, facciamo la differenza tra cristalli monofocali e multifocali:

Cristalli monofocali

Come suggerisce il nome, le lenti monofocali correggono solo un tipo di difetto visivo: miopia, ipermetropia o, in alcuni casi, presbiopia. Queste lenti sono utilizzate negli occhiali monofocali.

Cristalli multifocali

Oggi, tra gli obiettivi multifocali, gli obiettivi progressivi e professionali spiccano su tutto il resto. I cristalli bifocali o trifocali non sono più comunemente utilizzati, quindi non li descriveremo in dettaglio.

  • Cristalli progressivi: le lenti progressive sono generalmente utilizzate da persone di età superiore ai 40 anni. Gli ottici li raccomandano quando si presenta la necessità di alternare diversi vetri diversi per vedere chiaramente a diverse distanze (da vicino e lontano) o per indossare e togliere costantemente gli occhiali. Cristalli progressivi, oltre a correggere la miopia o presbiopia, compensano anche la presbiopia, pur consentendo una visione chiara nei piani lontano, medio e vicino, con una transizione graduale (senza interruzioni o "salti") tra il campo visivo superiore, destinato a distanze distanti, passando attraverso il centro per distanze intermedie e in basso per oggetti vicini. Le moderne lenti progressive sono molto discrete, relegando l'uso di obiettivi bifocali e trifocali al passato: gli occhiali professionali sono incorporati principalmente negli occhiali destinati a luoghi di lavoro che richiedono un uso prolungato del computer. Come i cristalli progressivi, anche i cristalli professionali hanno diversi campi visivi con una transizione graduale tra loro. La differenza consiste nell'assenza del campo destinato al piano distante, dando più spazio all'intermediario e al vicino. Questi occhiali sono perfetti per lavorare in ufficio o al computer e persino per il fai-da-te, perché ottimizzano la visione remota degli spazi interni.

Attenzione: a causa della limitazione di questi occhiali per le distanze ravvicinate, non devono mai essere utilizzati per la guida.

Qual è il tasso di riduzione adeguato per la mia laurea?

Più diottrie, più spesse sono le lenti correttive dei tuoi occhiali. Pertanto, se si dispone di una prescrizione elevata, gli occhiali negli occhiali possono raggiungere un peso considerevole, che a lungo andare potrebbe causare disagio o fastidio.

È qui che entra in gioco l'indice di riduzione, che consente di ridurre lo spessore dei cristalli: i cristalli con un indice di riduzione elevato saranno più sottili dei cristalli standard con un indice di riduzione di 1,5 con una gradazione identica.

L'indice di riduzione

L'indice di riduzione si riferisce al potere di rifrazione della luce del cristallo, da cui il suo nome "indice di rifrazione". Un indice più elevato significa una maggiore rifrazione della luce, quindi un cristallo con un indice di riduzione elevato richiede uno spessore inferiore per ottenere lo stesso risultato di un cristallo con un indice inferiore.

Il potere di rifrazione del cristallo varia anche a seconda del materiale: può essere compreso tra 1,5 e 1,74 nei cristalli organici e tra 1,5 e 1,9 nei cristalli minerali. A causa della maggiore densità dei cristalli minerali, in linea di principio saranno più fini dei cristalli organici. Tuttavia, sono anche più pesanti e più fragili.

Di seguito troverai le proprietà dei diversi indici di rifrazione:

  • Spessore in cristalli negativi
  • Spessore di cristalli positivi

Indice di riduzione 1.5

I nostri cristalli standard vengono utilizzati per correggere lievi difetti visivi fino a ± 2,00 diottrie. Non sono adatti per le lauree maggiori.

Indice di riduzione 1.6

Per le gradazioni tra ± 2 e ± 4 diottrie, vengono utilizzati cristalli con un indice di riduzione di 1,6. Questi cristalli sono significativamente più sottili e il loro peso è circa 20 % più leggero dei cristalli standard.

Indice di riduzione 1.67

Cristalli molto fini con un indice di riduzione di 1,67. Così fine che anche le alte gradazioni da ± 4 a ± 6 diottrie passeranno inosservate, mentre il peso dei cristalli verrà ridotto, poiché sono circa 40 % più leggeri dei cristalli standard.

Indice di riduzione 1.74

NOVITÀ - Cristalli superfini con un tasso di riduzione di 1,74, fino a 60% più sottili e leggeri dei cristalli standard. Possono essere utilizzati per correggere alti livelli di ± 6 diottrie.

Cristalli asferici

I cristalli asferici aiutano a migliorare la qualità dell'immagine e riducono le aberrazioni ottiche ai bordi. Inoltre, la superficie asferica rende gli occhi più naturali, dal momento che non deformano le loro dimensioni, che nel caso delle lenti positive convenzionali sarebbero aumentate e nel caso delle lenti negative convenzionali, ridotte. Tutti i nostri cristalli con un indice di riduzione di 1,67 sono di default asferici.

L'individuazione precoce di un'anomalia visiva nei bambini può prevenire o almeno alleviare un problema più grave in età adulta. La sfida è quella di rilevare un possibile difetto visivo nei bambini, perché i bambini piccoli non possono informare i loro genitori del problema da soli, perché non hanno mai avuto una visione diversa. In questo articolo troverai maggiori informazioni a riguardo. Forniamo consigli e raccomandazioni per rilevare problemi visivi nei bambini e quando acquistare un paio di occhiali per bambini.

Quando è necessario che mio figlio indossi gli occhiali, come posso rilevare un difetto visivo nei bambini? Visita preventiva all'oculista Acquisto di occhiali per bambini: punti da considerare Controlli periodici

Quando mio figlio dovrebbe indossare gli occhiali?

Vedere è come camminare: tutti i bambini ci arrivano, ma è un'abilità che deve svilupparsi nel tempo. Tra due e quattro mesi, i bambini possono già riconoscere le strutture facciali come la bocca e gli occhi.

Curiosità: è del tutto normale che i bambini piccoli siano lungimiranti. Questo non è un problema, perché l'elasticità dell'occhio può compensare questo. Normalmente, quando l'occhio matura, la lungimiranza scompare.

Un bambino avrà bisogno di occhiali da vista nei seguenti casi:

  • Ipermetropia / notevole differenza tra la graduazione dei due occhi
  • miopia, che spesso non viene rilevata prima che il bambino entri a scuola
  • Astigmatismo, che impedisce al bambino di avere una visione chiara.
  • Strabismo, deviazione dall'allineamento di un occhio (strabismo)

Uno o l'altro di questi difetti visivi deve essere corretto con sì o no per evitare la comparsa di una possibile ambliopia, che può causare problemi visivi alla vita a causa della mancanza di un'adeguata stimolazione visiva. .

Come rilevare difetti visivi nei bambini?

Diversi indicatori possono avvisarci dell'esistenza di difetti visivi nei bambini:

Neonati e bambini Bambini nella scuola materna e nella scuola Bambini nella scuola materna e nella scuola Nuvola nuvolosa Sfregamento costante degli occhi Occhi, infiammazione, lacrime o ingiallimento degli occhi Occhi Distanza molto breve tra occhi e libri o schermi Strabismo Difetti al tramonto o deboli luce Malattie delle palpebre Disfunzioni degli occhi Difetti dell'equilibrio Il bambino non ha contatto con gli occhi

Nei bambini più grandi, ci sono indicatori come mal di testa, affaticamento, insicurezza nel prendere oggetti, difficoltà di lettura e scrittura o difficoltà di attenzione.

Prevenire è meglio che curare, quindi se sei sospettoso, è consigliabile portare il bambino dall'oculista per un esame preventivo.

Visita preventiva all'oculista

Si consiglia di andare a tutti gli esami pediatrici preventivi previsti dal sistema sanitario.

Suggerimento 1: il programma degli esami pediatrici del sistema sanitario pubblico prevede una serie di ispezioni preventive, coperte dalla sicurezza sociale, che includono anche l'esame della capacità visiva del bambino.

Poiché questi esami non consentono di rilevare tutti i possibili difetti visivi, è consigliabile consultare un oculista specializzato in oftalmologia infantile, al più tardi quando il bambino ha tra i due e i quattro anni, o anche durante il suo primo anno la vita se i loro genitori o fratelli soffrono di una malattia agli occhi, inclusi gravi difetti visivi o strabismo.

Suggerimento 2: molte malattie degli occhi sono ereditate e possono essere corrette se rilevate in anticipo.

Raccomandazione per tutti i genitori: prima della scuola, fai testare l'acuità visiva dei tuoi figli. In questo modo, puoi assicurarti che non abbiano difetti visivi che impediscono loro di prestare attenzione in classe o che la loro laurea non sia peggiorata.

L'acquisto di occhiali per bambini: cose da ricordare

Al momento dell'acquisto di occhiali per bambini, ci sono una serie di requisiti speciali che dovrebbero essere presi in considerazione. Chiedi a un esperto un consiglio per aiutarti a trovare il materiale e il tipo di telaio adatto a te, poiché spesso vengono utilizzati design personalizzati per questo scopo.
Per gli occhiali per bambini o adolescenti, i requisiti non differiscono significativamente da quelli applicabili agli occhiali per adulti. Gli occhiali devono essere regolati in base alle dimensioni e alla forma della testa, fornendo un supporto deciso e un centraggio preciso degli occhiali, essendo robusti e il più leggeri possibile. Naturalmente, anche il design degli occhiali è un punto importante, perché vogliamo che i bambini si sentano a proprio agio indossandoli.

Suggerimento 3: alcune comunità autonome offrono assistenza per l'acquisto di occhiali da vista per bambini.

L'aspetto psicologico gioca un ruolo importante, perché iniziare a usare gli occhiali implica un grande cambiamento per i più piccoli e talvolta richiede un periodo di adattamento, tra l'altro riducendo il loro campo visivo. Ecco perché aiuta se ai tuoi bambini piacciono i loro occhiali. Lascia che scelgano il loro modello preferito e rinforzali con un atteggiamento positivo nei confronti del loro uso. Perché ciò che è chiaro è che più a tuo figlio piacciono i suoi occhiali, più sarà motivato a indossarli.

Ecco alcuni consigli per facilitare l'acquisto di occhiali per bambini.

materiale

Il criterio più importante in questa fase è la resistenza del materiale, sia nel telaio che nei pannelli. I bambini non si fermano a pensare alla possibile fragilità dei loro occhiali. Per quanto riguarda gli occhiali, gli occhiali organici sono preferibili perché sono resistenti agli urti e non si rompono quando gli occhiali cadono. Si consiglia di utilizzare supporti flessibili in pasta o titanio.

contesto

La cornice non deve essere troppo piccola o troppo grande, in quanto questo è l'unico modo per ottenere un centraggio preciso degli obiettivi. Le dimensioni del telaio della finestra dovrebbero corrispondere a quelle delle orbite oculari e il telaio non dovrebbe essere più largo del viso del bambino. Inoltre, non dovrebbe causare pressione sugli zigomi o dietro le orecchie. Una cornice piccola provoca meno disagio di una molto grande. Tuttavia, i cristalli devono essere sempre abbastanza grandi da consentire al bambino di avere un campo visivo adeguato.

centrato

Il centraggio degli occhiali è un aspetto direttamente collegato al telaio, poiché solo una corretta regolazione del telaio può garantire un centraggio preciso, soprattutto quando il bambino si muove e corre. Occhiali scarsamente centrati possono causare visione doppia, mal di testa o reazioni avverse come il restringimento degli occhi.

Canne e pastiglie

Le orecchie e il ponte del naso sono i punti in cui i punti di pressione sembrano spesso fastidiosi quando si indossano gli occhiali. Si consiglia pertanto di garantire che il naso abbia una grande superficie di appoggio in modo che il peso degli occhiali sia distribuito uniformemente, come nel caso di un naso anatomico in pasta che si adatta alla forma del naso e può essere modellato individualmente. Si consiglia di scommettere su aste lunghe e flessibili che possono essere piegate dietro le orecchie in modo che gli occhiali non cadano quando il bambino si muove. Inoltre, si consiglia di investire in robuste cerniere, preferibilmente caricate a molla, poiché sono più forti e più durevoli.

La scelta dei cristalli

I cristalli organici sono più forti e leggeri dei minerali di vetro. Per non graffiare facilmente, è essenziale che abbiano un trattamento indurente. Se il bambino ha bisogno di occhiali con una prescrizione molto elevata, è consigliabile scegliere occhiali di alta qualità che riducano l'effetto dell'ingrandimento o della riduzione ottica degli occhi, in modo che abbiano un aspetto più naturale. . Scegliendo occhiali piccoli e di alta qualità, riduci anche il peso degli occhiali. I cristalli devono essere antiriflesso, per evitare riflessi di luce che potrebbero disturbare il bambino.

Suggerimento: consulta il tuo ottico per scegliere il modello di occhiali adatto a tuo figlio. Questo consiglio è assolutamente essenziale per trovare il modello giusto.

Quali cristalli sono adatti per la guida?

Assicurati che le lenti dei tuoi occhiali soddisfino perfettamente le tue esigenze di guidatore. Prima di tutto, vale la pena menzionare un buon trattamento super antiriflesso, che riduce la sensazione di abbagliamento causato da riflessi irritanti e migliora la visibilità anche in condizioni di scarsa illuminazione. Inoltre, ti consigliamo di investire in uno strato indurente e un trattamento antivegetativo in modo che i tuoi occhiali non si sporchino e graffino le lenti.

Il trattamento antiriflesso essenziale

I fari di altri veicoli possono davvero rendere difficile la guida, soprattutto di notte, al tramonto o in condizioni di illuminazione diffusa. I cristalli senza trattamento antiriflesso aggraverebbero ulteriormente la situazione, poiché agire come uno specchio migliorerebbe i riflessi. Il trattamento antiriflesso riduce questi riflessi, previene l'abbagliamento e ci offre una visione pulita e trasparente. Più efficace è il trattamento antiriflesso sugli occhiali, migliore è la visibilità al volante.

Vetro polarizzato per una maggiore protezione

Le lenti polarizzate offrono una buona protezione contro i riflessi di luce orizzontali. Questi cristalli filtrano la luce che può essere riflessa su una strada bagnata o altre superfici d'acqua, eliminando gran parte dei riflessi che si possono trovare dietro la ruota. Il risultato è una chiara visibilità con un elevato grado di contrasto, che ci aiuta a rilevare i veicoli in arrivo in ogni momento.

Una dose di ulteriore comfort: vetro colorato

Alcune lenti colorate possono facilitare e migliorare la visione durante la guida. Ad esempio, la tinta marrone o grigia migliora la visibilità di semafori, luci dei freni e altri segnali luminosi, aumentando così la nostra velocità di reazione. Il vetro sfumato è ideale per tenere d'occhio il cruscotto dell'auto durante la guida.

Contrasto più intenso con il filtro luce blu

Un filtro a luce blu non solo protegge i tuoi occhi dalla luce blu ad alta energia dello spettro visibile, emessa principalmente da telefoni cellulari e schermi di computer, ma aumenta anche la percezione dei contrasti e riduce al minimo l'abbagliamento, ad esempio guida di sera o di notte e protegge i tuoi occhi ogni giorno in modo da dare sempre i migliori risultati. Ciò ha un effetto positivo durante la guida di un veicolo, poiché la guida richiede un livello elevato di concentrazione, che a volte può causare affaticamento degli occhi.

Importante: le tonalità di rosso e blu non sono adatte perché riducono la percezione del contrasto. In totale, i cristalli non dovrebbero avere una tonalità superiore a 25%, poiché vorremmo anche usarli per guidare di notte. Per portare alla luce del giorno, non devono superare 85% all'ombra.

Guida con obiettivi progressivi: punti da considerare

In linea di principio, si può dire che non vi è alcuna differenza tra la guida con gli occhiali monofocali e la guida con obiettivi progressivi. Tuttavia, le lenti progressive non sono generalmente prescritte prima di una certa età. Ecco perché, dopo diversi anni di occhiali monofocali, gli occhi hanno bisogno di un periodo di adattamento per abituarsi alle nuove lenti progressive. Certo, anche quando si tratta di guidare.

Suggerimento: prenditi il tempo di abituarti a indossare i tuoi nuovi occhiali progressivi. Tuttavia, se la tua vista non migliora dopo alcune settimane, dovresti tornare dall'ottico, poiché in questo caso il telaio potrebbe non essere perfettamente regolato.

Al volante, sono principalmente gli specchi che possono causare alcune difficoltà. Lo specchio esterno si trova nella parte inferiore delle finestre e quindi nell'area dedicata al primo piano. Ecco perché, per vedere gli specchietti retrovisori esterni, devi sempre inclinare leggermente la testa in avanti. Inoltre, dovrai girare la testa nella direzione dello specchio in questione per vederlo chiaramente, poiché il potere di rifrazione dei cristalli progressivi è più debole ai bordi.

Per lo specchio interno, probabilmente dovrai trovare il punto più nitido per un po 'fino a quando non puoi chiaramente concentrarti su di esso. Anche se prendi solo un secondo, all'inizio sarà strano e può quindi essere un po 'difficile fino a quando non ti abituerai.

Occhiali da guida: altre questioni importanti

In linea di principio, gli occhiali perfetti per la guida sono costituiti da un telaio con lenti speciali, ottimizzato appositamente per la circolazione. I requisiti principali sono i seguenti: facilitare la visione notturna, sotto la pioggia e su strade bagnate, ridurre al minimo i riflessi di luce, compensare i cambiamenti improvvisi nelle condizioni di illuminazione (ad esempio all'ingresso o all'uscita di tunnel) e garantire una visione perfettamente chiara quando si osserva rapidamente gli specchi o il cruscotto prima di tagliare sulla strada.

Questo è anche il motivo per cui il campo visivo degli occhiali ottimizzati per la guida è un po 'più ampio di quello degli occhiali convenzionali: per darci una visione chiara e uniforme, in modo da non perdere un singolo dettaglio, anche se guardiamo brevemente allo specchio. Migliorano anche il contrasto e la percezione della distanza.

A proposito, questo tipo di occhiali puoi anche indossarlo perfettamente nel tuo giorno per giorno, quindi non è necessario acquistarne diversi. Quando selezioni gli obiettivi con cui saranno graduati gli occhiali, indica semplicemente che vuoi usarli anche per la guida, in modo che il tuo ottico possa consigliare gli occhiali e i trattamenti ottimali. Esistono diversi tipi di lenti e trattamenti, sia per lenti monofocali che per lenti progressive.

astigmatismo

Molte persone sanno più o meno di cosa stiamo parlando quando diciamo loro che siamo miopi o lungimiranti. Non se stiamo parlando di astigmatismo. Dietro questo termine si nasconde un difetto visivo abbastanza comune che colpisce gran parte della popolazione. Se vuoi sapere come appare questa ametropia e come può essere corretta, sei nel posto giusto.

Che cos'è l'astigmatismo?

In modo che possiamo vedere chiaramente, la cornea e la lente cristallina di un occhio sano "raccolgono" i raggi di luce, indirizzandoli verso l'interno dell'occhio in modo che convergano esattamente verso la retina. Molte persone conoscono questo effetto perché una lente d'ingrandimento funziona allo stesso modo. Tuttavia, questo è vero solo se la superficie della cornea è simmetrica, come quella di una sfera perfetta. D'altra parte, se la cornea aveva, ad esempio, un raggio diverso sull'asse X rispetto all'asse Y, vale a dire una forma ovale, allora parliamo di astigmatismo. In questo caso, i raggi di luce che passano attraverso l'obiettivo non convergono più nello stesso punto sulla retina, formando le cosiddette linee focali anziché un singolo punto focale. Pertanto, un punto circolare verrà percepito come distorto e allungato. A differenza della miopia e dell'ipermetropia, l'astigmatismo non solo influenza la visione da vicino e da lontano, ma provoca anche distorsioni della vista a qualsiasi distanza.

Inoltre: in realtà, la cornea non è sempre colpevole di astigmatismo, sebbene questo difetto sia generalmente direttamente associato a una deformazione della cornea. Un'asimmetria nella curvatura dell'obiettivo ha lo stesso effetto. In questo caso, parleremmo di astigmatismo lenticolare, un fenomeno molto meno comune.

Quali sono le cause dell'astigmatismo?

In generale, l'astigmatismo ha cause genetiche. Come per la miopia o la miopia, le persone con lieve astigmatismo difficilmente se ne accorgeranno, perché il cervello può compensare il problema, in una certa misura, automaticamente. Di conseguenza, le stime della prevalenza di questa anomalia visiva variano tra 20 e 40 % della popolazione. Altri fattori che possono causare una marcata asimmetria della cornea includono patologie oculari e interventi chirurgici.

Come affrontare questo errore di rifrazione?

Fortunatamente, correggere l'astigmatismo non è un problema. Inoltre, è possibile correggere l'astigmatismo da solo o con altra ametropia, che è generalmente il caso più comune. Per compensare la forma irregolare della cornea, vengono utilizzati occhiali da vista o lenti a contatto, la cui superficie è asimmetricamente curva (le cosiddette lenti toriche). I cristalli graduati per le persone astigmatiche sono chiamati cilindrici e sono riconosciuti dalla sigla "CYL" o "CIL" nella prescrizione oftalmologica. Questo nome è dovuto al fatto che, se guardi da vicino, la sua superficie sembra curva attorno a un cilindro. I valori necessari per la graduazione dei cristalli cilindrici comprendono i diottri dell'astigmatismo, nonché la posizione del suo asse in gradi, che si riferisce alla posizione dell'asse cilindrico nei cristalli.

Anche la correzione simultanea di diversi problemi visivi, come la combinazione di miopia, presbiopia e astigmatismo, non è difficile neppure oggi. Le moderne lenti progressive possono essere graduate usando un cilindro e quindi possono anche compensare l'astigmatismo. Allo stesso tempo, offrono il comfort delle tradizionali lenti progressive e consentono una visione chiara a qualsiasi distanza.

ipermetropia

La lungimiranza, come la miopia, è un problema visivo molto comune. Si stima che circa 20 % della popolazione spagnola sia lungimirante. Molti non lo sanno nemmeno perché, a differenza di altri problemi visivi, la presbiopia precoce non mostra sempre evidenti sintomi tipici.

Quali sono le lenti giuste per le persone con lungimiranza?

L'ipermetropia può essere corretta con i cosiddetti cristalli positivi, perché il loro potere è misurato in diottrie positive. Si tratta di lenti convergenti e convesse, più spesse al centro che ai bordi, che concentrano la luce per compensare il potere di rifrazione insufficiente della lente dell'occhio. Come tutti i cristalli graduati, possono essere composti da materiali organici o minerali. Per le persone con alte lauree, ci sono occhiali con indici di rifrazione più alti, che non diventano così spessi e possono essere installati anche in cornici sottili e leggere senza le lenti che hanno un aspetto ruvido.

È anche possibile utilizzare le lenti a contatto con la prescrizione appropriata. Entrambe le opzioni offrono vantaggi specifici. Un paio di occhiali si distingue soprattutto per la sua facilità d'uso. Inoltre, oggi gli occhiali da vista sono diventati un accessorio di moda e sono perfetti per enfatizzare il nostro stile individuale. I vantaggi delle lenti a contatto diventano evidenti durante lo sport: a differenza degli occhiali, è probabile che non vengano danneggiati da movimenti improvvisi, ad esempio. Molti atleti apprezzano anche il più ampio campo visivo che offrono, nonché la possibilità di combinare le lenti a contatto con occhiali sportivi senza prescrizione medica.

Nota: nella nostra guida troverai maggiori informazioni sulla scelta del vetro giusto.

Cos'è l'ipermetropia?

L'ipermetropia è un difetto visivo caratterizzato da un potere rifrattivo insufficiente della lente o della cornea dell'occhio o da un bulbo oculare troppo corto. Pertanto, quando i muscoli oculari sono rilassati, il punto focale in cui converge la luce, anche quella riflessa da oggetti distanti, si trova dietro la retina dell'occhio. Negli oggetti vicini, questo effetto è ancora più pronunciato. L'obiettivo è relativamente flessibile grazie ai muscoli ciliare, gli occhi possono compensare in una certa misura questo difetto, in modo che molte persone colpite non ne siano consapevoli. Il problema di solito diventa evidente tra i 30 e i 40 anni man mano che la capacità dell'occhio di adattarsi diminuisce. Risultato: all'inizio sono gli oggetti vicini che perdono la nitidezza, mentre i più distanti continuano a essere percepiti normalmente, vale a dire che è più difficile per noi vedere da vicino. Con il passare del tempo, diventeremo sempre più difficili da vedere chiaramente a distanza. Questa ipermetropia si chiama ipermetropia o ipermetropia. Da non confondere con la vista stanca, nota anche come presbiopia.

Come nasce l'ipermetropia e quando dovrebbe essere corretta?

La miopia è generalmente ereditaria e congenita. In linea di principio, non è considerata una malattia. Spesso deve essere corretto quando il primo disagio deriva dalla concentrazione su oggetti vicini, come mal di testa o dolore agli occhi, nonché da un battito di ciglia costante durante la lettura o il lavoro al computer.

Un'eccezione importante riguarda i bambini con ipermetropia molto marcata o la cui prescrizione varia considerevolmente da un occhio all'altro. In questo caso, è assolutamente necessaria una correzione, altrimenti potrebbero sorgere problemi secondari, come lo strabismo. Per questo motivo, se hai dei sospetti, è sempre consigliabile consultare un oculista.

miopia

I problemi visivi sono molto comuni e il più comune è la miopia, che appare spesso dall'infanzia. Fortunatamente, questo errore di rifrazione può essere facilmente corretto. Fin qui tutto bene .... Ma cosa ci succede se siamo miopi? Qui troverai la risposta a questa interessante ametropia, oltre a molte informazioni sulla sua correzione.

Cos'è la miopia?

Per vedere chiaramente, il punto focale della lente dell'occhio, vale a dire il punto di convergenza dei raggi luminosi, deve essere esattamente sulla retina, nella parte posteriore dell'occhio. Affinché ciò funzioni quando si osservano oggetti a varie distanze, l'obiettivo (l'obiettivo dell'occhio) può essere adattato in una certa misura, cambiando così il suo potere di rifrazione. Quando l'obiettivo ha un potere di rifrazione eccessivo o quando il bulbo oculare è troppo lungo, i raggi di luce riflessi da oggetti distanti convergono prima di raggiungere la retina, in modo che siano sfocati, non importa quanto sia difficile vedere. Tuttavia, la miopia funziona ancora perfettamente, il che significa che le persone miopi hanno difficoltà a vedere bene da molto lontano.

La distanza massima alla quale gli oggetti possono ancora essere messi a fuoco correttamente dipende dal grado di miopia di ogni persona. La miopia lieve può anche passare inosservata ogni giorno. Anche così, può essere problematico a scuola o alla guida, quindi ha senso che i bambini facciano un test dell'acuità visiva prima della scuola. Per ottenere la patente di guida, è obbligatorio farlo comunque.

Quali sono le cause della miopia?

Esistono due diversi tipi di miopia. La miopia semplice colpisce circa un quarto della popolazione dei paesi industrializzati. Le cause esatte non sono del tutto chiare. Si sospetta che fattori genetici e stili di vita moderni possano svolgere un ruolo importante. Questi includono, ad esempio, la lettura intensiva e l'uso di computer e telefoni cellulari. La miopia semplice non è considerata una malattia e generalmente non è molto grave. Questo non è il caso della sua variante meno comune, la cosiddetta miopia patologica, che è tipicamente ereditaria. Causa problemi visivi più gravi, che tendono anche a peggiorare con l'età.

Come puoi correggere la miopia?

Alcuni occhiali da vista per persone miopi hanno i cosiddetti obiettivi negativi, perché il loro potere nei diottri è rappresentato dal segno negativo (ad esempio, "- 4 diottrie"). Sono lenti divergenti perché separano i raggi di luce che le attraversano, compensando così l'eccessivo indice di rifrazione della lente dell'occhio. Ci sono cristalli organici (di plastica) e minerali (di vetro). Qualunque sia il loro materiale, i cristalli negativi sono facilmente riconoscibili grazie alla loro forma concava: sono più spessi sui bordi che al centro. Più spessa è la miopia, maggiore è la differenza di spessore. Per poter incorporare cristalli negativi di alta qualità in un ambiente elegante, ci sono materiali minerali e organici con alti indici di rifrazione. Ciò consente ai cristalli di essere più sottili e ottenere lo stesso effetto.

In alternativa, o in aggiunta, si possono usare anche lenti a contatto con diottrie negative. Oggi gli occhiali sono considerati un accessorio di moda molto elegante, quindi la decisione dipenderà meno da una questione di immagine personale, ma piuttosto da aspetti funzionali, ad esempio i vantaggi offerti dalle lenti a contatto. nella pratica sportiva. A differenza degli occhiali, non possono scivolare fuori dal naso, non importa quanto sia difficile l'esercizio. Inoltre, possono anche essere indossati sotto qualsiasi tipo di occhiali sportivi.

Guida alla pulizia del vetro

Un consiglio: non usare i fazzoletti per pulire gli occhiali, perché trattengono particelle di sporco che possono causare graffi microscopici quando vengono sfregati contro il vetro, che lo indossa nel tempo e lo fa perdere la sua luminosità e il suo potere di rifrazione.

Anche piccoli graffi, invisibili a occhio nudo, possono irritare gli occhi.

Detergenti aggressivi

Detergenti per vetri, detergenti concentrati e prodotti simili danneggiano il rivestimento del vetro e la superficie del telaio.

Detergenti nutrienti

Non utilizzare detergenti o saponi nutrienti che, pur avendo cura della pelle, contengono balsami oleosi che lasciano segni residui sui cristalli.

Salviettine umidificate e camoscio sporco

La maggior parte delle salviette contiene alcol, che può danneggiare le lenti organiche dei tuoi occhiali, quindi non dovresti usarle.

Pressione eccessiva

Non esercitare troppa pressione sugli occhiali durante la pulizia per evitare di deformare il telaio e danneggiare la superficie degli occhiali.

Lavatrice e lavastoviglie

Non usarlo mai! Detersivi e sali di queste macchine possono graffiare i tuoi cristalli. Inoltre, il telaio può deformarsi a causa dell'eccessivo calore.

Tieni sempre gli occhiali nella loro custodia. È meglio avvolgere gli occhiali nel loro panno in microfibra prima di riporli. Naturalmente, il camoscio deve essere pulito per evitare che gli occhiali entrino in contatto con sabbia o particelle di sporco.

Il caso stesso è il posto migliore dove riporre il camoscio, in quanto ciò impedisce l'accumulo di polvere nel contenitore. In caso di sporco, è possibile lavare il panno in microfibra con un detergente per capi delicati, senza utilizzare ammorbidente e ad una temperatura massima di 40 gradi.

Quando non è possibile riporre gli occhiali nella custodia, posizionarli sempre sulle aste in modo che gli occhiali non vengano a contatto con una superficie dura che potrebbe danneggiarli. Ovviamente, dovresti evitare di riporre gli occhiali direttamente nella tasca dei pantaloni o di una giacca, ad esempio.

Assemblaggio del vetro

Ora hai gli elementi più importanti per i tuoi nuovi occhiali: hai ottenuto la tua prescrizione, hai scelto la montatura e le lenti corrispondenti. Manca solo l'ultimo passaggio: la fabbricazione o il montaggio degli occhiali da parte di un ottico qualificato. È un processo che richiede molta abilità, perché ogni maschera deve adattarsi alle esigenze del suo nuovo proprietario.

La produzione avviene passo dopo passo:

Innanzitutto, viene effettuato un controllo di qualità per determinare le condizioni degli occhiali graduati: sono danneggiati, presentano graffi, bolle o impurità? Per una maggiore sicurezza, viene verificata nuovamente la gradazione corretta del cristallo. In generale, gli occhiali graduati sono prodotti singolarmente in un formato standard non lucidato di base.

Per questo motivo, è necessario tagliare gli occhiali: durante la smussatura, i loro bordi vengono lucidati fino a quando non hanno la forma che corrisponde ai dati ottenuti durante il centraggio del telaio, in modo che si adattino perfettamente . In questo processo, gli ottici lavorano nel modo più preciso possibile perché ogni millimetro conta. Per questo, vengono utilizzate tecnologie avanzate.

L'incorporazione delle lenti dipende dal materiale della montatura ed è sempre fatta a mano. Nel caso di montature in metallo, le lenti sono generalmente fissate con una vite, mentre le cornici in pasta sono riscaldate per essere flessibili in modo da poter installare le lenti.

Ecco fatto: i tuoi occhiali sono pronti per essere inviati direttamente a te o all'ottico in cui li hai ordinati.

Un consiglio: se quando ricevi i nostri occhiali, la montatura non si adatta perfettamente al tuo viso, qualsiasi ottico può regolare i cuscinetti e le aste in modo da poterlo indossare comodamente.

Potrebbero essere necessari alcuni giorni per abituare i tuoi occhi ai nuovi occhiali, soprattutto se è la prima volta che indossi gli occhiali progressivi.

Trattamenti di cristallo

Sullo sfondo, ciascuno degli strati che compongono le lenti dei tuoi occhiali può essere considerato un trattamento base per le lenti. Il numero di trattamenti applicati dipende dalle esigenze e dalle preferenze di ogni persona, sebbene ci siano trattamenti raccomandati per qualsiasi utente, indipendentemente dal tipo di occhiali che indossi. Lasciati convincere.

1. Il cristallo di base

È una specie di materia prima dell'obiettivo. Il cristallo di base può essere:

  • Concavo: con il centro più sottile dei bordi, per correggere la miopia.
  • Convesso: con il centro più spesso dei bordi, per correggere l'ipermetropia.

Forma la base del vetro graduato, su cui verranno applicati in seguito diversi trattamenti.

Filtro UV

Gli effetti positivi del sole sono indiscutibili, ma lo sono anche gli effetti negativi dei raggi ultravioletti (UV). Per quanto riguarda gli occhi, possono danneggiare l'iride e scurire l'obiettivo. Evitare i raggi UV soprattutto in estate. È quindi particolarmente importante che le lenti colorate degli occhiali da sole abbiano un buon filtro UV. Possiamo distinguere tra diverse categorie di protezione UV:

  • Categoria 0 = fattore di trasmissione di 88 %, protezione UV insufficiente
  • Categoria 1 = fattore di trasmissione di 20 %, protezione UV adatta per l'Europa centrale
  • Categoria 2 = fattore di trasmissione di 6.5 %, buona protezione UV
  • Categoria 3 = fattore di trasmissione 0 %, protezione UV 100 % massimo (per alta montagna e mare)

A causa degli effetti dannosi delle radiazioni UV, sono ora disponibili sul mercato anche lenti trasparenti con protezione UV per occhiali da vista. Questi occhiali non devono essere colorati, poiché i raggi UV sono invisibili, ma possono ovviamente essere colorati se l'utente lo desidera.

Cristalli polarizzati

Le lenti polarizzanti assorbono quasi tutti i riflessi e offrono una protezione ottimale contro i riflessi, qualunque sia il livello di luce. In questo caso, il trattamento consiste nell'applicare uno speciale strato polarizzante sulla lente degli occhiali.

Cristalli fotocromatici

Queste lenti si scuriscono automaticamente, si adattano alla luce solare e si illuminano in condizioni di illuminazione più sfavorevoli. Oltre al comfort di questo effetto, le lenti fotocromatiche offrono anche protezione dai raggi UV. Ulteriori informazioni su questi cristalli sono disponibili in un articolo specifico in questa guida.

2. Trattamento extra indurito

I nostri occhiali devono essere estremamente robusti per affrontare le sfide che affrontiamo ogni giorno. Ad esempio, quando pratichiamo sport o quando li trattiamo senza le cure che meritano nel trambusto della vita quotidiana, per non parlare degli occhiali per bambini. Per questo motivo, i cristalli organici, che sono relativamente morbidi, sono generalmente trattati con uno strato indurente. Inoltre, più sottile è il vetro, maggiore è lo strato indurente. Grazie ad esso, i cristalli organici diventano più resistenti e durevoli.

3. Trattamento antiriflesso eccellente

È un altro trattamento che è diventato una parte fondamentale di qualsiasi cristallo graduato. Esistono diversi gradi di trattamenti antiriflesso, da quelli di base a quelli antiriflesso. Oggi, tuttavia, viene utilizzato solo il super antiriflesso, che riduce l'abbagliamento di 98 %. Il suo scopo è precisamente quello di evitare l'irritazione degli occhi causata da riflessi di luce.

Questa elaborazione funziona secondo il principio dell'interferenza ottica. Per fare questo, diversi strati vengono spruzzati sul vetro, uno sopra l'altro, in modo che determinate onde luminose non possano passare attraverso il vetro, impedendo così i riflessi. Più strati vengono spruzzati sul vetro, più efficace è il trattamento antiriflesso.

Vantaggi: le lenti antiriflesso offrono una visione chiara senza riflessi spiacevoli. Inoltre, dall'esterno, i tuoi occhi appariranno più naturali e le persone di fronte a te non saranno riflesse nei tuoi cristalli. Durante la guida e davanti allo schermo del computer, il rivestimento antiriflesso consente una visione più rilassata e una maggiore concentrazione.

4. Trattamento antivegetativo

Lo strato antivegetativo è un trattamento estremamente pratico, talvolta chiamato anche "strato pulito". È un rivestimento reso possibile grazie agli ultimi progressi della nanotecnologia, che leviga completamente la superficie del vetro, impedendo allo sporco e alla polvere di aderirvi. L'effetto Lotus ha anche proprietà simili. Grazie al suo effetto antistatico, i cristalli respingono l'acqua e il grasso.

Cristalli fotocromatici

Quali sono i vantaggi dei cristalli fotocromatici?

Anche se non ce ne rendiamo conto, i frequenti cambiamenti di luce affaticano i nostri occhi, che si adattano a una grande varietà di condizioni di luce ogni giorno. Uno dei vantaggi più importanti delle lenti fotocromatiche è che proteggono automaticamente gli occhi dall'abbagliamento quando si scuriscono.

Inoltre, offrono una protezione ottimale contro i raggi UVA e UVB del sole, ma anche contro la luce blu-violetta emessa da molti schermi e dispositivi elettronici. Queste caratteristiche consentono una migliore percezione dei contrasti e ci aiutano a non stancare troppo i nostri occhi, in modo che alla fine della giornata i nostri occhi saranno molto meno stanchi.

Nota: durante la guida, indossare sempre occhiali da sole convenzionali. Poiché il parabrezza dell'auto assorbe gran parte della radiazione ultravioletta, gli occhiali fotocromatici non riceveranno abbastanza luce naturale da scurire.

Come funzionano i cristalli fotocromatici?

I cristalli fotocromatici sono ricoperti da uno strato di molecole che reagiscono alla luce naturale, attivando una reazione chimica sulla loro superficie. Per questo, nei cristalli organici, vengono generalmente utilizzate le spironaftoxacine indolino, che scuriscono il cristallo quando cresce di dimensioni quando riceve la luce solare, svolgendosi come i petali di un fiore. Questo processo è attivato dall'energia dei raggi UV. Quando l'esposizione ai raggi UV diminuisce, i cristalli sciacquano di nuovo. Pertanto, queste lenti combinano i vantaggi degli occhiali convenzionali con quelli degli occhiali da sole.

Le lenti fotocromatiche filtrano fino a 85 % di luce e potrebbero richiedere da 60 a 90 secondi per scurirsi. Il processo inverso è un po 'più lungo: possono volerci da un minuto e mezzo e due minuti prima che il vetro abbia raggiunto una trasparenza parziale. A seconda del tipo di vetro e del produttore del vetro, possono essere necessari fino a dieci minuti per diventare completamente trasparenti.

Inoltre, anche la temperatura gioca un ruolo chiave in questo processo: più bassa è la temperatura, più velocemente il vetro si scurisce e più tempo impiegherà a risciacquare.

⇨ Migliori vendite in ottica

it_ITItaliano